FLUIDO ROSA - THE WALL (Pink Floyd Tribute)

Quando il 16 novembre del 1979 uscì l'album "The Wall", fu subito accolto da uno straordinario successo commerciale. In sé, questo non testimonia abbastanza degnamente la potenza evocativa, la profonda ricchezza di contenuti, la grandezza, non solo musicale, del capolavoro firmato dai Pink Floyd, in realtà opera (quasi) solista di Roger Waters.

Ritratto allucinato della nostra epoca, manifesto esistenzialista dell'uomo oppresso dalla "macchina", prefigurazione del disimpegno e del vuoto di ideali degli imminenti anni ‘80, autobiografia di un musicista e di un uomo in fuga autistica da un mondo persecutorio, denuncia sociale e viaggio sentimentale nella nostalgia. Ttutto questo é racchiuso in un'opera e in un simbolo ormai entrato a far parte dell'immaginario comune.

The Wall è stato il grido di dolore e di protesta di un intera generazione, ha prestato la voce alla lotta dei neri sudafricani contro l'apartheid, é stato issato come vessillo sulle macerie del muro di Berlino, ma non ha ancora esaurito il suo potere militante contro l'oppressione e l'alienazione, che sempre nuove forme assumono nel tempo e nelle diverse culture.

HE WALL nell'intepretazione dei Fluido Rosa.
Note di Gabriele Marciano.

Pink, il protagonista, è una rock star. I musicisti sul palco, dunque, sono anche i musicisti di Pink, e dunque attori nella parte di sé stessi. La cornice musicale non è dunque come l’orchestra di un musical, ma parte teatrale dello spettacolo, e oscilla fra la sua funzione recitante e quella narrante, simile, quest’ultima, a quella del coro nella tragedia greca. Anche il pubblico, a tratti, entra a far parte dell’opera in funzione recitante, sia pure “passiva”, perché l’originalità dell’opera nell’interpretazione dell’antica metafora della vita come palcoscenico sta in una nuova prospettiva che comprende anche il pubblico e la regia nella rappresentazione teatrale. L’unico elemento scenografico è il muro. Dal secondo atto e fino alla trasformazione di Pink, il protagonista reciterà dall’interno del muro (che rappresenta contemporaneamente una stanza d’albergo).

Sito Web:        www.fluidorosa.it

Componenti:    Danilo Cherni: tastiere e voce;
                       Adriano Lo Giudice: basso;
                       Roberta Lombardini: voce;
                       Gabriele Marciano: voce e chitarra acustica;
                       Maurizio Perfetto: chitarre;
                       Cristiana Polegri: voce e sax;
                       Derek Wilson: batteria.

 



N.B. PRENOTAZIONI ON-LINE
- Per il pagamento potete usare una qualsiasi carta di credito o di debito, postepay o altre ricaricabili. La fase di pagamento è eseguita direttamente con la banca che è collocata su un SERVER SICURO con dati crittografati.
- Dopo aver effettuato la transazione on-line, ANCHE NEL CASO RICEVIATE UN MESSAGGIO D'ERRORE, prima di effettuare una nuova transazione, attendete qualche minuto e controllate che l'addebito sulla vostra carta non sia stato effettivamente eseguito. Per qualsiasi problematica non esitate a contattarci allo 06-79845959
- I biglietti possono essere ritirati presso la nostra biglietteria dalle 24 successive alla prenotazione  dal mercoledì alla domenica, dalle 15 alle 20, esibendo la mail o l'sms di conferma ed un documento d'identità. Info allo 06-79845959
- Si precisa che nella voce "biglietto con prenotazione cena" non è compreso, ovviamente, il costo della cena.