PERCORSI D'AUTORE

RASSEGNA DELLA CANZONE D'AUTORE

2a EDIZIONE

APERTURA PORTE ore 20

INIZIO LIVE ore 21.30

BIGLIETTO euro 10


EMILIO STELLA

Emilio Stella nasce a Velletri (Roma) il 20 ottobre 1983. Cresciuto in un quartiere popolare di Pomezia, cittadina alle porte di Roma, dove muove  i suoi primi passi.
Musicista autodidatta, sin da giovanissimo, all'età di undici anni, grazie all'influenza del nonno paterno, mastro liutaio, si appassiona al vasto mondo della musica.
Da subito trova naturale accostare parole  alla musica del suo strumento, la chitarra, ( influenzato maggiormente da cantautori italiani, come Battisti, De Andrè, De Gregori e Rino Gaetano), e comincia ad esibirsi sulle spiagge del litorale romano.
All'età di diciassette anni, comincia a bussare alle porte delle etichette indipendenti della capitale, ma forse perché troppo giovane e ancora acerbo  nell'ambito autoriale, non ottiene  i risultati sperati.
Appresa la lezione, il cantautore pometino, affina le sue doti, come chitarrista, ma soprattutto come autore, rivelandosi personaggio eclettico, in grado di spaziare con estrema naturalezza da brani lenti, come le ballate, a ritmi più forti, come il rock e il reggae, trovando nella semplicità della rima e nel gioco del doppio senso, la sua massima espressione nel raccontare la quotidianità di se stesso  e di ciò che lo ha sempre circondato.
Dopo un lungo periodo dedicato alla scrittura, ricomincia ad esibirsi nel 2004, partecipando a rassegne come “Top Star”, ottenendo, al contrario delle volte precedenti, giudizi positivi, sia dal pubblico sia dagli addetti ai lavori.
Da qui in poi, per il giovane cantautore, forte della stima conquistata, inizia un nuovo percorso, calcando palchi di ogni dimensione, a volte anche inesistenti, di piccoli pub e locali del circondario laziale.
 Nel 2009, partecipa alle selezioni di un' altra importante manifestazione, SanremoLab
Nell’agosto 2010 ottiene il primo riconoscimento ufficiale vincendo il premio della critica  al “ Live Musik Festival 2010”, tenutosi a Ladispoli.
 La vittoria di quest’ultimo, gli ha dato la possibilità di esibirsi su un grande palco davanti ad un grande pubblico, aprendo il concerto del noto cantautore romano Alessandro Mannarino durante lo svolgersi della IV edizione dell’ “ETRURIA ECO FESTIVAL”, Cerveteri.
Il 2 ottobre dello stesso anno ha la soddisfazione di suonare sul palco di San Giovanni a Roma, in occasione del "No B Day 2", evento in diretta con Rai news 24, Sky e repubblica tv.
Il 2011 è l' anno della dura “vita di cantiere” , ma anche della registrazione dl suo primo cd, non disdegnando mai la diffusione della sua musica nei locali e in vari spazi culturali, soprattutto dell' ambiente capitolino. (Contestaccio, Le Mura, Brancaleone, Roma Vintage, Sciamano, Malibù beach e molti altri)
A luglio esce "PANNI E SCALE" , l'album contenente 11 canzoni interamente autoprodotte.
Nello stesso mese apre di nuovo il concerto di Alessandro Mannarino a Manoppello(Pe).
Attualmente promuove indipendentemente il suo lavoro con altre date a livello nazionale.

 

SERVI DISOBBEDIENTI

Dalla Canzone d’autore al Combat folk

Brani originali dalle sonorità folk, rock e jazz

La band "Servi disobbedienti" nasce nel 2001 dalla volontà di raccogliere l’immensa eredità umana, ideale e poetica lasciataci da Fabrizio De André, cantore degli ultimi e dei disobbedienti che non si piegano alle “leggi del branco”. Per questo fin dall’inizio abbiamo scelto di viaggiare “in direzione ostinata e contraria” presentando in vari contesti nostri brani originali e cover di artisti come De André, Guccini, Fossati e di band ribelli come i Modena City Ramblers. Nei suoi 8 anni di attività la band ha partecipato a vari festival e concorsi nazionali. A Giugno 2004 siamo arrivati in semifinale al "Premio Fabrizio De André - della musica e della parola" (Sezione Canzone d'autore). Il 23 Aprile 2010 è uscito il nostro primo album, "Racconti marginali" (“C.P.S.R. Produzioni” – distribuzione nazionale “Venus”, in tutti e negozi di dischi e online, anche su www.lafeltrinelli.it e www.ibs.it), caratterizzato da sonorità folk, rock e jazz, da episodi musicalmente molto eterogenei ma riconducibili ad un unico nucleo ideale.

L’album “Racconti marginali”
I 10 “Racconti marginali” prendono forma in un caleidoscopio musicale in cui confluiscono l’ispirazione dalla Canzone d’autore “storica”, soprattutto da autori come De André, De Gregori e Fossati, l’energia dirompente del Combat Folk-Rock, il Tango, il Jazz e la Bossa nova. Questo multiforme tessuto costituisce la trama musicale di un unico percorso ideale, di un “concept” album che ha come protagoniste la marginalità e l'utopia.

La formazione

ROBERTO PETRUCCIO:
Voce, Tastiere, Fisarmonica, Chitarra acustica ritmica e Armonica a bocca

ALESSANDRO FARINA: Chitarre e Cori

FABRIZIO GATTO: Basso e Contrabbasso

BRUNO CACCIATORE: Batteria

www.servidisobbedienti.org
www.myspace.com/servidisobbedienti
www.facebook.com/#!/pages/Servi-disobbedienti/96622234833

ZONAFOLK

Gli Zonafolk (Open Project) nascono ufficialmente nel 2010 da un’idea di Marco Baldasseroni (voce e chitarra) e Riccardo della Pelle (chitarre e arrangiamenti). L’incontro con gli altri elementi della formazione, Roberto Iezzi (violino), Lorenzo dell’Aquila (tromba e flauto), Gabriele Antonuccio (basso e contrabbasso) e Marco Romani (drum e percussioni), avviene per caso, durante la serata finale del Premio Stefano Rosso a Santa Maria in Trastevere.
Impossibile ingabbiarli in un genere musicale definito. Amano le contaminazioni e sperimentare connubi arditi come quello tra il jazz e il dialetto romanesco. I loro testi sono tutti in italiano: spesso ironici, disincantati e sicuramente mai scontati.
Hanno festeggiato un anno di vita, trascorso tra e sala prove e attività live, entrando in sala di registrazione per il loro album d’esordio che uscirà nel 2012.

 

GIANO

Federico Gallucci in arte "Giano"

Nato a Roma il 18 aprile del 1971, si appassiona al canto casualmente 18 anni dopo. Inizia lo studio del canto (1993/95), presso la Synthesia Music School di Roma, con Gabriella Durand ed armonia con il maestro Duccio Natali.
Prosegue gli studi con insegnanti di canto e pianoforte classico (Dino Guagliardito e Assunta Suocerini) e jazz/latino americani con Annamaria Di Marco (U.M.).
Dal 1993 inizia la sua attività concertistica. Si esibisce in Italia e all’estero con cover band di diversa estrazione musicale: gli "Eskappa" (rock, blues & cabaret), "Blue Machine Band" (blues, jazz), "Settantallora" (dance, hip hop).
Fra le attività complementari alle esperienze turnistiche e di gruppo è impegnato inoltre in recital, musical e come presentatore, speaker, umorista-imitatore.
Nel 2002 interrompe la sua attività per rifiuto assoluto nei confronti dell'ambiente musicale e artistico in genere.
Nel 2003 se ne frega e ricomincia l'avventura musicale con diverse cover band: "May Day" (trio acustico), "Jab Crash Blues" (rock, blues), "Pepito's Band", "Facce Funk" e "Le altre cose band" (dance, funk).
L’attività d’autore e compositore inizia già dal 1994, ma è nel mese di ottobre del 2003 che sorge in lui l’idea di comporre organicamente un album. Così nasce "L'involuzione della specie".
Nel 2005 il pianista Giancarlo Camasso pre-arrangia uno dei brani ("Giuda").
Da gennaio del 2006 si lega in co-produzione alla "M.C. Music" di Marco Camasso per la cura artistica e l’arrangiamento del progetto.
A febbraio del 2006 si esibisce a San Remo come artista emergente all’interno della manifestazione promossa dall'A.FI. presentando tre brani inediti.
Nel febbraio del 2007 si esibisce sempre a San Remo come cantautore all'interno della manifestazione "Destinazione Festival" presentando il singolo "El Monolito (dovè ito)". Il brano viene pubblicato, in via promozionale, dalle etichette indipendenti M.C. Music e Afremusic ad ottobre del 2007.
Nell'aprile del 2008 termina le registrazioni dell'album "L'involuzione delle specie" realizzato in co-produzione con l'etichetta indipendente M.C. Music.
L'album L'involuzione della specie, a cura dell'etichetta indipendente M.C. Music, è disponibile in diversi store digitali.
Seguono varie esibizioni promozionali con il duo acustico "Apple Dream" e i gruppi elettrici "Ro Lues " e "Camasso Band".
Nel 2009 forma la “Giano band” (Federico Gallucci “Giano” – voce, chitarra acustica e armonica - Marco Divizia – chitarra e cori – Giorgio Ferrante – chitarra – Ernesto Perna – batteria – Marco Damiani – basso e cori – Marco Ioannilli – piano, tastiere e cori) con la quale presenterà la sua opera inedita sotto diverse forme artistiche (concerto, recital, proiezioni video, mostra fumettistica...).
Nel 2011 è prevista l’uscita del nuovo singolo “Justine”.

http://www.giano.biz
http://www.myspace.com/gianopopmusic
http://www.youtube.com/user/arranjator
http://it-it.facebook.com/pages/Giano/65471227799 

 

N.B. PRENOTAZIONI ON-LINE

- Per il pagamento potete usare una qualsiasi carta di credito o di debito, postepay o altre ricaricabili. La fase di pagamento è eseguita direttamente con la banca che è collocata su un SERVER SICURO con dati crittografati.
- Dopo aver effettuato la transazione on-line, ANCHE NEL CASO RICEVIATE UN MESSAGGIO D'ERRORE, prima di effettuare una nuova transazione, attendete qualche minuto e controllate che l'addebito sulla vostra carta non sia stato effettivamente eseguito. Per qualsiasi problematica non esitate a contattarci allo 06-79845959
- I biglietti possono essere ritirati presso la nostra biglietteria dalle 24 successive alla prenotazione  dal mercoledì alla domenica, dalle 15 alle 20, esibendo la mail o l'sms di conferma ed un documento d'identità. Info allo 06-79845959
- Si precisa che nella voce "biglietto con prenotazione cena" non è compreso, ovviamente, il costo della cena.