DANIELE GROFF

Daniele Groff è nato a Trento sotto il segno dei gemelli. A ventuno anni, dopo aver ricevuto prestigiosi riconoscimenti come il "Premio Lioness per la Musica", si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica della sua città approfondendo, durante gli studi pianistici, la conoscenza dell'oboe e del violoncello. Ha poi preso parte a diversi corsi di perfezionamento sotto la guida dei docenti del Mozarteum di Salisburgo e della University of Miami in Florida. A mutare il corso di una prevedibile carriera di concertista classico, arriva nella sua vita di adolescente la passione per il brit-pop che lo spinge all'età di diciannove anni ad attraversare in lungo e largo il Regno Unito con la sua moto.
Appassionato di surf da onda e snowboard, ama da sempre il contatto forte con la natura e il senso di libertà e di vita che essa sa regalare. Un dialogo e un rapporto, quello con il mare, che partono dall'infanzia di Daniele, quando, a 10 anni, affronta la sua prima regata velica al timone di un piccolo "optimist". Altra passione è quella per i motori, che lo ha portato a misurarsi a fianco del padre in varie competizioni automobilistiche e motociclistiche. Alla sua formazione classica si aggiunge così, ma meglio sarebbe dire si sovrappone, un diverso e solido background musicale; dalla risultante di queste due culture prendono vita le sue prime canzoni.
Nel 1998 l'incontro con Marco Patrignani (già produttore artistico e autore con Massimo di Cataldo e Anna Oxa) che con la complicità di una band residente in Inghilterra (Marco Bosco, Bernard Hoetzl, Costa e F.Liberati), produce tra Londra e Roma l'album di debutto con la propria etichetta indipendente Road House Music in licenza BMG. L'entusiasmo del giovane produttore crea con Daniele un legame di grande complicità artistica che diviene anche un'importante amicizia. La base operativa dell'etichetta presso i Forum Studios, i celebri studi di registrazione noti come l' "Abbey Road" italiano aiuta il team a crescere e creare arrangiamenti "live" con registrazioni analogiche  dal suono riconoscibile ed internazionale.
Con il singolo di esordio  "Daisy", Daniele Groff vince l'edizione '98 di "SANREMO FAMOSI" portando nuove sonorità nelle classifiche radiofoniche. Il primo album "Variatio 22" estrae, oltre a Daisy, altri quatro singoli di successo quali "Io Sono Io", "Lamerica" (brano scelto dalla  Presidenza del Consiglio dei Ministri per la campagna sulla prevenzione dell'AIDS del '99), "Adesso" (quinto posto Sanremo 1999) e "Everyday" (scelto da Pieraccioni quale leit motiv del film "Il pesce innamorato"). L'album supera le 60.000 copie. Il 2000 è l'anno della pubblicazione del secondo album "Bit", sempre con la produzione di Marco Patrignani svolta tra Los Angeles e Roma con gli arrangiamenti di archi di Wil Malone (già con Verve, Skunk Anansie, Trevor Horn, Massive Attack,Ub40). L'album estrae tre singoli quali l'hit radiofonica  "If You Don't Like It", "Anna Julia" (Festivalbar 2001) e "Lory" (con il testo di Lucio Dalla). Tutti gli otto singoli tra primo e secondo album hanno raggiunto la top 20 music control.  "Mi Accordo" è il titolo del nuovo disco di Groff che contiene dieci brani di cui quattro in inglese.
Il nuovo disco vanta l'illustre collaborazione di Renato Zero che oltre a firmare (con Vincenzo Incenzo) il testo di "Pensa a te", affianca Daniele nell'esecuzione del brano.
La produzione artistica di "Mi Accordo" è di Marco Patrignani e Daniele Groff, mentre gli arrangiamenti sono dello stesso Groff con il contributo di Marco Bosco e Marco Patrignani e il suono di Alessandro Benedetti. Gli arrangiamenti di archi sono di Romano Musumarra già produttore di Pavarotti e Celine Dion. Il primo singolo estratto è Sei Un Miracolo, la rock ballad che Daniele Groff presenta al 54° Festival di Sanremo. Il brano va direttamente top 10 nelle playlists delle radio e porta Daniele ad esibirsi alla presenza del Papa Karol Wojtyla.
Il secondo singolo è Come Sempre con il quale Daniele raggiunge la Finale del Festivalbar 2004 all’Arena di Verona dopo aver realizzato il videoclip del brano a New York per la regia di Bobby Yan (Alicia Keys).
In contemporanea con il suo tour, Groff apre, con uno show di un’ora insieme alla sua band, gli spettacoli di Renato Zero negli stadi sold out di Roma Olimpico, Milano San Siro, Verona e Firenze per un totale di oltre 300.000 spettatori.
Nel 2005 Edoardo Bennato gli chiede di produrre ed interpretare la ballata “Una Ragazza” per inserirla nell’album “La Fantastica Storia del Pifferaio Magico” assieme ad artisti come Raf, Jovanotti, Irene Grandi, Max Pezzali, Piero Pelù e molti altri.
Con Morning, terzo singolo (primo in lingua inglese) estratto dall’album "Mi Accordo", è vincitore dei prestigiosi JPF 2006 Music Awards nella categoria Best Pop Song davanti ad artisti di calibro internazionale.
Nell’autunno 2006, al fianco dei più grandi cantautori italiani tra i quali Vasco Rossi, Claudio Baglioni, Eros Ramazzotti, Renato Zero, Lucio Dalla, Samuele Bersani, Rino Gaetano, Franco Battiato, partecipa alla compilation benefica per Telethon Note per la ricerca con la canzone Sei un miracolo.
A due anni dal suo ultimo album, Daniele è impegnato nella lavorazione del suo 4° album da studio, sempre su Etichetta Road House che vede la straordinaria partecipazione dei Fools Garden (la band del successo planetario “Lemon Tree” con oltre 6 milioni di copie vendute) e del loro produttore chitarrista Volker Hinkel.
Il singolo che anticipa l’album (in uscita il prossimo autunno) è il brano "Prendimi" di Daniele Groff e Volker Hinkel, registrato a Stoccarda con i Fools Garden e missato ai Forum Studios di Roma da Dario Dendi (tra i suoi crediti Stereophonics, Coldplay e The Killers).

www.danielegroff.it

 

in apertura di concerto sul palco saliranno gli RDM:

Alla scoperta di una nuova frontiera del rock italiano.
La formazione degli RDM nasce nel 2002, da giovanissimi artisti di Roma e provincia, ciascuno con le sue influenze. Proprio queste si riveleranno motivo sì di crescita musicale, ma anche di continue distrazioni dagli obbiettivi posti. Col passare degli anni cambiano diversi membri, fino alla formazione attuale; solo Fabrizio e Davide (due dei fondatori) sono "sopravvissuti"... Tuttavia nel corso degli anni i brani proposti sono stati sempre di natura diversa, a dimostrare una vera e propria ecletticità, caratteristica forse principale della formazione, che oggi può presentare un repertorio originale che spazia tra i generi più disparati, non sacrificando mai conturbanti e inconfondibili melodie e testi ricercati. Ora la formazione si è stabilizzata (sembra) definitivamente, e proprio ora il gruppo comincia a muovere i primi passi importanti verso il mondo del professionismo.

Space: www.myspace.com/errediemme