ETHEREAL FOLK FESTIVAL con Argine, Ashram, Corde Oblique e Edo Notarloberti - ingresso 12 euro

Un vero e proprio festival dedicato al nuovo folk italiano

ARGINE
Gli Argine si sono formati nell'Ottobre 1992. Partendo da un background post-punk il chitarrista e cantante Corrado Videtta decise di creare un gruppo che non avesse condizionamenti concettuali o stilistici e impostò l'attività artistica del progetto musicale sulla libera collaborazione tra musicisti che, in modo più o meno significativo, ne hanno condizionato le vicende. Così la musica degli Argine iniziò con gli anni ad evolversi, avvalendosi dell'approfondimento musicale dovuto agli studi di Conservatorio di quasi tutti i componenti della band, e ad assumere sempre più una propria connotazione. Musica acustica, classica, folk, dark, punk, new wave, una miscela personalissima che racchiude ancora oggi parte di queste influenze e nonostante in tanti anni abbiano fatto parte del gruppo diversi musicisti, i brani riescono ad avere nel tempo sempre una connotazione chiara ed inconfondibile.

Tra i vari personaggi che si sono avvicendati negli anni al fianco di Corrado, va menzionato Marco Consorte, autore di diversi brani della band e membro del gruppo dal 1992 al 2001. Nei vari dischi degli Argine spiccano le collaborazioni con artisti noti della scena underground italiana: Federico Fiumani (Diaframma), Cristiano Santini (Disciplinatha), Lucia Vitrone (Contropotere), Elena Previdi (Camerata Mediolanense). Gli Argine hanno partecipato a decine di compilations di etichette di tutto il mondo e hanno un'intensa attività live in Italia ed all'estero. Attualmente la band è composta da: Corrado Videtta (voce e chitarre), Alfredo Notarloberti (violino), Alessio Sica (batteria e percussioni) e si avvale della collaborazione di Michele De Finis (basso).

My Space : www.myspace.com/theofficialarginespace

ASHRAM
La line-up degli Ashram è composta da:

Luigi Rubino (piano)
Sergio Panarella (voce)
Alfredo Notarloberti (violino)

L'embrione della band si forma nel Maggio '98 con la fusione delle idee di Sergio e Luigi che si completarono subito dopo con l'inserimento di Alfredo, definendo così il suono che ancora oggi caratterizza le composizioni.  L'esordio discografico avviene con la partecipazione alla compilation prodotta dalla label ENERGEIA "Intimations of Immortality Vol. 5" con il brano "Spirit of the rising moon" versione demo. Nel 2001 entra a far parte del gruppo il violoncellista Leonardo Massa, collaborando con il gruppo fino alla realizzazione del cd omonimo di debutto con la label francese PRIKOSNOVENIE nel 2002 e successivamente partecipa alle sessioni di registrazione del secondo album "Shining Silver Skies" uscito nel Maggio '06 e prodotto dalla label portoghese EQUILIBRIUM MUSIC.

Discografia
- 1999- Demo CD autoprodotto - "for my Sun"
- 2002- Label Prikosnovenie 2002 - Ashram
- 2006- Label Equilibrium Music - Shining Silver Skies

My Space : www.myspace.com/ashramita

CORDE OBLIQUE
Progetto solista del M.tro Riccardo Prencipe (genere: folk-ethereal-world); a partire dal 2000 Riccardo ha pubblicato cinque album, distribuiti in Europa e nel mondo da varie case discografiche.

"The stones of Naples" (Prikosnovenie - Audioglobe 2009) è il quinto album del M.tro Riccardo Prencipe. Il titolo è tratto dall'omonimo libro di Caroline Bruzelius, storica dell'arte dedita allo studio dell'architettura medievale a Napoli. Diplomato in chitarra presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, Riccardo compone da sempre un tipo di musica che è l'osmosi tra la sua attività di storico dell'arte e quella di musicista; una "musica visiva" che spesso racconta e descrive luoghi, alcuni celebri, come il Barrio Gotico di Barcellona, o la Napoli antica; altri meno noti, come la Piscina Mirabilis (tra i monumenti più suggestivi e misconosciuti dei Campi Flegrei) e il castello medievale di Avella. Riccardo propone anche un arrangiamento in versione acustica del brano "Flying", degli inglesi Anathema. L'album è in formato slipcase, con booklet di 24 pagine che include traduzioni in inglese e italiano di tutti testi.

My Space : www.myspace.com/cordeobliqueunofficial

EDO NOTARLOBERTI
Alfredo Notarloberti: violinista virtuoso, caratterizzato da una forte capacità improvvisativa, di formazione classica rivolge poi la sua attenzione alla musica folk in particolare quella celtica rock e blues. E' affermato e presente nelle principali  formazioni musicali italiane.

Dopo aver fatto parte di svariati progetti e gruppi musicali di vario genere abbracciando dalla classica al rock,dal blues all'irlandese , edo approda al suo progetto solista con Silent Prayers album pubblicato nel 2008 accolto positivamente dalla critica e dal pubblico. Partendo dalla matrice acustica del disco silent prayers prende vita il concerto Live, arricchendo la formazione classico/acustica del disco con una sezione ritmica. Il risultato e' un concerto coinvolgente adatto a chiunque in cui le potenzialita' del violino e il virtuosismo di edo sono espresse a pieno.

Si passera' dal Tango al blues, dalle danze arabe a pezzi classicheggianti di grande coinvolgimento. Non mancheranno brani di grande lirismo che valorizzeranno la cantabilita' e la dolcezza del suono del violino. Edo sara' accompagnato al pianoforte da Martina Mollo, giovanissima quanto talentuosa pianista.  da Antonio Esposito alla batteria, Fabio Spadaio al basso e alla chitarra da Fabio "la grange" Gagliardo. Il concerto sara' arricchito con le coreografie della danzatrice Miriahm Shisha.

My Space : www.myspace.com/edonotarloberti

La serata vedrà anche la partecipazione straordinaria del pittore Maurizio Monaco. Il pubblico avrà la possibilità di seguire il pittore in tempo reale grazie a un cavalletto posizionato sul palco: il Maestro inizierà infatti a dipingere una nuova opera ("La natura dell'arte è di essere un pretesto per l'io") in contemporanea all'esibizione del primo gruppo e terminerà alla fine dell'ultima. Una telecamera fissa lo riprenderà mentre dipinge e lo trasmetterà su due schermi video ai lati del palco.

MAURIZIO MONACO
Maurizio Monaco nasce a Roma il 13 febbraio del 1956. L'interesse per la pittura si mostra assai precocemente; appena tredicenne dipinge le sue prime tele. Tre di queste, dal titolo "Strumentalizzazione dell'individuo" vengono esposte in collettiva a Palazzo dei congressi di Roma: è già presente la tensione pittorica verso il quotidiano. In questo periodo conosce Pier Paolo Pasolini che lo sprona verso quell'itinerario artistico. Nel 1975 frequenta l'Accademia delle Belle Arti di Roma. Parte per la Jugoslavia dove si stabilisce per sei mesi per studiare i graffiti nelle prigioni slave. Nel 1977 partecipa ad alcune mostre collettive e qualche personale alla Galleria "Il Sagittario 2" di Roma. Questo periodo costituisce un momento di partenza per il dialogo con gli studiosi che hanno poi sostenuto i suoi lavori: Dario Micacchi, Guido Giuffrè e Berenice, che da quel momento si è attivamente interessata con viva attenzione all'evoluzione della ricerca di M.Monaco.

Nel 1980 si impegna nella ricerca pittorica del "Contesto Sociale". Sono anni durissimi nei quali la sopravvivenza è assicurata solo dall'appoggio di pochi amici appassionati d'Arte e di pochi collezionisti. Anni di sperimentazione, fondamentali per la sua formazione, nei quali si va strutturando il suo linguaggio pittorico, quella misura, quel rigore essenziale che saranno elemento sostanziale e vitale della sua opera futura. Nel 1983 conosce gli artisti Vittorio Quintavalle e Renato Guttuso, i quali manifestano interesse e apprezzamento per le sue opere. Nel 1987 si stabilisce a Berlino dove approfondisce in modo originale il suo lavoro mettendo in evidenza la complessa fenomenologia delle sue tematiche. Espone alla galeria Kunster di Berlino . La critica inizia ad occuparsi di lui; Italo Mussa, Ugo Moretti, Claudio Strinati .

Nel 1990 conosce Parigi dove crea opere con tematiche d' intensa suggestione."Dinamica della mente", "Oltrepassare la propria dimensione". Nel 1991 espone alla galleria Rive Gauche di Parigi ed alla galleria Arlès di Lione. Nel 1995 un' ampia mostra a Palazzo Valentini "La natura dell'Arte è di essere un pretesto per l'Io" curata da Berenice illustra aspetti significativi della ricerca di M.Monaco. Nel 1996 espone a P.zzo Ruspoli (Fondazione Memmo) curata da Claudio Strinati con testo "Emozioni d'Arte". Nello stesso anno ,. Invitato da Cesare Pietroiusti alla XII quadriennale di Roma. Dal 1997 ad oggi l'artista ha continuato a viaggiare preferendo comunque stabilire il suo studio a Roma dove continua ad esporre le sue opere che hanno decretato il successo di critica e di pubblico confermando il suo ruolo di protagonista nella ricerca artistica contemporanea.

Hanno scritto ed espresso pareri positivi su di lui critici ed artisti quali: Emilo Greco, Pericle Fazzini, Renato Guttuso, Vittorio Quintavalle, Dario Micacchi, Ugo Moretti, Italo Mussa, P.P.Pasolini, Federico Fellini, Mario Bologna,G. Giuffrè, Berenice, F. Azzinari, Mario Schifano, Achille Pace, Ugo Attardi, Ennio Calabria, Cesare Pietroiusti, L.Lombardi, G.Cara, R.Ciatti,Maximilian Di Bella etc. Bolaffi, Comed, Elite, Flash Art, Arte, AD, Arte In,Top Art, E.N.A.P., Messaggero, Repubblica, Corriere della sera, Tempo,Le monde, Der spiegel, Report etc. RAI 2, RAI 1, RAI 3, Canale 5, Italia 1, Teleregione, G.B.R. etc.

ETHEREAL FOLK FESTIVAL

Guarda anche ...

YESSONGS LIVE - special guest Marco Lo Muscio - ingresso 10 euro

Yessongs - Live è una produzione a cura di Stazione Birra, dedicata a tutti i fan del gruppo inglese e del progressive rock in generale, che vuole rievocare la magia di quel concerto riproposto integralmente nella sequenza originale e con la strumentazione dell'epoca

Dettagli