RADIO SUPERNOVA + EASY SKANKERS

la tribute band italiana ufficiale degli Oasis

I Radio Supernova sono la tribute band italiana ufficiale degli Oasis. Attivi da vari anni principalmente nell’ambito romano, collaborano con il fan-club italiano Wonderwall. Sono gli headliner dei concerti svolti durante le Supersonic Night, i raduni Oasis che il fan-club organizza periodicamente. Tra le edizioni da ricordare sicuramente quelle del 2009: la prima all’Alien di Roma, con la partecipazione di Paul “Bonehead” Arthurs (che si è esibito sul palco con la band) e la seconda a Stazione Birra, a cui hanno preso parte come DJ Paul Gallagher (fratello di Liam e Noel) e Phil Smith (tour DJ degli Oasis). I Radio Supernova si esibiscono regolarmente nei principali locali romani; hanno inoltre suonato presso la Mondadori di Via Del Corso a Roma in occasione delle presentazioni dei nuovi album in uscita.

www.piwi.it/radiosupernova/index.html

www.myspace.com/radiosupernova

 

Come ogni band, gli Easy Skankers hanno attraversato varie vicissitudini: momenti belli, meno belli e problemi vari, per giungere fino a qui. Questa breve biografia tenta di percorrere le varie evoluzioni del gruppo dalla sua nascita ad oggi, sperando di non dimenticare niente e nessuno.

Il principio e l’origine degli Easy Skankers, è da definirsi a circa metà degli anni ’90, quando Pino, Mimmo e Fabian, suonavano assieme in una blues-band chiamata Alti e Bassi. La scissione di tale band, porta i 3, a riorganizzarsi, ad attrezzare una nuova sala prove, a cercare altre persone per cominciare un nuovo progetto. La nuova formazione vedeva, oltre a Pino (voce chitarra), Mimmo (batteria), Fabian (tastiere), i nuovi innesti di Giuseppe alla chitarra (Pino e Giuseppe avevano già suonato insieme “new wave intimista” nei Sinergia e poi nei Cusna), Claudia al basso e Francesco Scintilla alle percussioni. Ben presto la direzione musicale del gruppo, svolta verso il reggae ed il funky, stili che meglio rappresentavano i gusti dei due chitarristi. Nell’estate 1999 avvengono i primi concerti della band sulla spiaggia di Sabaudia e alla Festa de l’Unità di Latina col nome “Generi Alimentari”. Nel concerto di Latina, cominciò l'abitudine di ospitare amici musicisti sul nostro palco, quella sera c'erano Boubel dal Senegal ai Jambè, e Daniele alle Maracas. Con i primi concerti (fatti principalmente di covers), arrivano i primi consensi, ma anche i primi scazzi all’interno della band. Avviene così la divisione da Fabian, e l’avvento di un nuovo tastierista, il già citato Daniele, anch’egli ex-membro di Sinergia e Cusna. Nel 2000 il gruppo cambia nome in Okkio Torkio e comincia a suonare in tutta la provincia, riscuotendo sempre ottimo pubblico e notevoli consensi. A circa metà dello stesso anno, dopo aver registrato un demo di 4 pezzi, arriva un nuovo avvicendamento nella band, con il cambio alla batteria tra Mimmo e Gigi. Il cambio, però, non fu sufficiente a sedare i continui litigi tra i vari membri della band, tanto che a giugno il gruppo si ferma, per “rinascere” dalle proprie ceneri nell’ottobre successivo. Si ritrovano Pino, Mimmo e Francesco, con un nuovo bassista (Giuseppe Polska), con un secondo percussionista (Fabio Cecagna alle congas)  ed un nuovo chitarrista, Natalino. Ben presto la collaborazione con Natalino e Fabio Cecagna finisce, ma, dopo aver cercato e provato diversi tastieristi, l’importante arrivo di Fabio Flash determina una nuova sferzata d’energia nel gruppo, che comincia a suonare reggae e rocksteady, comincia a tirare giù pezzi propri in sequenza. Alla chitarra l’arrivo di Pierluigi (dai siculi Tinturia), completa la band che riprende a  suonare dal vivo. Il 2001 è dunque un anno discreto: bei concerti, bel sound, tuttavia il trasferimento in Svizzera di Fabio Flash, è un duro colpo per il gruppo, che si vede costretto ad annullare diversi concerti, e si ritrova a settembre senza tastiere. Dopo qualche mese di ricerca, alle tastiere arriva il giovane Luciano, che immediatamente si dimostra perfettamente integrato nella band. Indimenticabile fu la prima "prova" di Luciano. Quella sera in saletta c'erano alcuni amici "brilli", ne successero di tutti i colori... Noi altri eravamo convinti che Luciano non avrebbe mai più messo piede in saletta, invece due giorni dopo, con nostra immensa sorpresa e soddisfazione, lo vedemmo tornare in saletta, e da allora è un membro "storico" degli Easy Skankers. Nel frattempo, l’integralismo adottato verso il jamaican sound, porta alla ricerca di fiati veri per rendere più credibile lo stile della band. Per un breve periodo alla tromba c’è Mirko, ma la collaborazione finisce ben presto. Mesi di lavoro portano la band ad esibirsi nella primavera 2002, con una scaletta esclusivamente composta da reggae, ska e rocksteady, e con il nuovo look sobrio elegante e stiloso: abiti scuri, giacca e cravatta. Il nome cambia definitivamente in EASY SKANKERS, parafrasando il titolo di una canzone di Bob Marley. Si ricominciò a suonare frequentemente in festival, locali e manifestazioni varie con, talvolta, Fabio Flash (quando presente in Italia) al fagotto, il suo vero strumento. Il clamoroso, inaspettato e graditissimo consenso del pubblico dei concerti, spinge il gruppo a lavorare con assiduità e serietà maggiore. Nell’agosto 2002 l’incontro con gli Statuto ispira la band alla svolta definitiva, lo ska e la filosofia Modernista, divengono componenti importantissime del gruppo. Un mese dopo, il nuovo incontro con Daniele (il vecchio tastierista), porta la band ad adottarlo quale ballerino e corista, cioè l’Uomo Misterioso. Ad ottobre 2002 entra nella band Antonio alla tromba, e poco tempo dopo arriva anche il secondo fiato: Umberto al sax contralto. Molti concerti sempre pieni di ballerini  skatenati, grosse soddisfazioni, ma anche problemi... Nella primavera 2003 nuove, e dolorose, separazioni attendono la band: vanno via Mimmo, Francesco, Pierluigi ed Umberto. E' un momento davvero difficile: nessuno dei rimasti ha intenzione di mollare, ci sono già serate programmate, ma bisogna ricostruire mezza band! Si decide che una sola chitarra è sufficiente. Inoltre, dato che, a beneficio di ska e rocksteady, il reggae è passato in terzo piano di importanza, si decide anche di non cercare nuovi percussionisti. Dietro la batteria si siede definitivamente Luca "Cardesio" (che comunque già aveva fatto diversi concerti con gli Easy Skankers), e l’istinto verso lo ska ora corre finalmente senza freni. La band tira giù un buon numero di pezzi propri, e accoglie a braccia aperte anche Paolo al sax tenore, l'anima rasta del gruppo.  L’autunno 2003 è un momento davvero importante per la band, che viene contattata dalla 2Toni/Sonymusic, al fine di incidere per la prestigiosa casa discografica un singolo. Però, l’imminente merger tra la Sony stessa e la BMG Ariola, rallenta ed azzera, tutti i progetti della Major riguardanti i gruppi emergenti, così dopo una strepitosa stagione che vede gli Easy Skankers suonare al fianco di band internazionali quali i BAD MANNERS, il gruppo entra in sala di registrazione ad autoprodursi il primo cd, dal titolo “...7 MESI DOPO”. Il titolo del disco prende nome proprio dal ritardo dell’uscita del disco rispetto ai tempi stabiliti dalla Sony, e la sua “reale” uscita autoprodotta. Il disco viene accolto benissimo dal pubblico dalle radio, e negli ambienti ska italiani, tanto che le prime 500 copie vengono vendute in poco più di un mese, nei concerti, in alcuni negozi sparsi per l’Italia e tramite il sito ufficiale. Memorabile la serata di presentazione del disco con un sold out da oltre 1000 persone in un locale di Latina. Nello stesso periodo il gruppo, talvolta, si avvale della collaborazione di altri strumentisti,  Armando “Tabbaccone” al sax contralto, e Loreto “Skattino Volante” al trombone, aumentando così il calore della sezione fiati, ed arricchendone il sound. Nell’estate 2004 il gruppo partecipa al Tim-Tour, a gennaio 2005 saluta l'ingresso in pianta stabile di un altro sassofonista che si aggiunge alla già collaudata sezione ottoni: Roberto "Pastura", mentre nell'estate 2005,  saluta il gruppo Paolo Rastasax, per poter meglio lavorare ad altri progetti personali. Ma gli Easy Skankers non si fermano, e dopo un anno "record" (il 2005)  per numero di concerti fatti, nel 2006 finalmente si progetta il nuovo disco. Come per il precedente i tempi di realizzazione - produzione - pubblicazione, slittano rispetto alle previsioni iniziali, ma a fine novembre viene presentato il nuovo lavoro dal titolo "TIPI DA SPIAGGIA" . E anche stavolta la serata di presentazione è a dir poco grandiosa, 1200 persone a ballare, un evento di cui, nei giorni postconcerto, si sono occupati anche i quotidiani locali, per sottolinearne le dimensioni. Il secondo album della band è un disco che vede anche contaminazioni swing, mantenendo però il classico stile, "tiro". Dopo le estati 2007 e 2008 che hanno visto gli ES girare in lungo e largo lo Stivale, si comincia a lavorare al nuovo CD. Composto nei mesi finali del 2008, viene registrato nella primavera 2009 negli studi Consorzio ZdB di Sermoneta. Il nuovo disco, datato 4 luglio 2009, si intitola 3SKA. Il concerto di presentazione, tenuto nella città natìa della band, Sabaudia, supera addirittura le aspettative: una piazza gremita ed oltre 2000 persone a festeggiare il neonato cd. Un lavoro che, seppur nella ricerca di qualcosa di nuovo, non tradisce l'indole, la natura ballereccia, i temi tipicamente marinari ed ironici degli EASY SKANKERS ed il motto di sempre: LO SKA SI BALLA, NON SI POGA!

http://www.myspace.com/easyskankers

 

N.B. PRENOTAZIONI ON-LINE
- Per il pagamento potete usare una qualsiasi carta di credito o di debito, postepay o altre ricaricabili. La fase di pagamento è eseguita direttamente con la banca che è collocata su un SERVER SICURO con dati crittografati.
- Dopo aver effettuato la transazione on-line, ANCHE NEL CASO RICEVIATE UN MESSAGGIO D'ERRORE, prima di effettuare una nuova transazione, attendete qualche minuto e controllate che l'addebito sulla vostra carta non sia stato effettivamente eseguito. Per qualsiasi problematica non esitate a contattarci allo 06-79845959
- I biglietti possono essere ritirati presso la nostra biglietteria dalle 24 successive alla prenotazione  dal mercoledì alla domenica, dalle 15 alle 20, esibendo la mail o l'sms di conferma ed un documento d'identità. Info allo 06-79845959
- Si precisa che nella voce "biglietto con prenotazione cena" non è compreso, ovviamente, il costo della cena.